Ogni agire umano è un agire politico

Politikè è il corso di formazione di secondo livello indirizzato ai futuri candidati alle prossime elezioni amministrative comunali, a consiglieri, assessori e sindaci da poco eletti che desiderano acquisire gli strumenti per un governo preparato, competente e consapevole.

Realizzata da Acli, Enaip e Lega Autonomie e Persona e Comunità, con il patrocinio di Anci Lombardia, la Scuola per Amministratori pubblici Politikè ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti strumenti per la gestione politica e amministrativa della pubblica amministrazione locale.

Che cosa si impara durante la Scuola Politikè

Il percorso formativo è strutturato in 6 incontri serali aperti da una giornata di apertura della Scuola, in cui verranno presentati il programma e il metodo didattico. A ogni incontro i partecipanti saranno chiamati a confrontarsi su problemi concreti. Durante il percorso i partecipanti impareranno come costruire e presentare un’interrogazione, una delibera e un emendamento di bilancio. Il percorso si concluderà con la partecipazione a un Consiglio Comunale.

Il metodo della Scuola Politikè

La Scuola utilizza un metodo didattico innovativo costruito su casi di studio realistici. Questo significa che la scuola stessa è un grande gioco di ruolo, in cui i partecipanti vestono già i panni di eletti in un'Amministrazione Pubblica, divisi tra maggioranza e minoranza, per imparare reciprocamente le azioni di governo e quelle di controllo democratico!

In Politikè, a differenza di altre scuole, si impara facendo. Questo è possibile anche grazie alle presenza di testimoni che hanno ricoperto cariche istituzionali importanti, dunque portatori di esperienza politico-amministrativa. Grazie al dispositivo formativo adottato e all'esperienza ricevuta, i partecipanti possono sperimentare in prima persona il lavoro dell’amministratore pubblico locale.

Politikè mette a disposizione dei partecipanti uno spazio digitale sempre attivo, ma non pubblico (Area Riservata) per consentire un'apprendimento e una sperimentazione dei ruoli anche a distanza, così da potersi confrontare individualmente coi problemi amministrativi proposti e lavorare in piccolo gruppo di lavoro, sui casi presentati per realizzare infine quanto previsto dal percorso formativo.